Archives for December 2006

movimenti fineco, quasi ci siamo

Di recente Fineco ha introdotto un miglioramento nella propria interfaccia, per quel che riguarda i movimenti del conto. Un piccolo passo, ma significativo in quanto come informazione questa è una delle più ricercate su un sito di home banking. Molti visualizzano i 5/10 movimenti più recenti addirittura in home page.

Prima per conoscere gli ultimi movimenti del proprio conto corrente bisognava cliccare la voce “conti correnti” -> “euro”, e poi si doveva scegliere da una lista di radio button – peccato che fossero senza un valore di default! – il periodo di riferimento.

Il primo passo verso un’interfaccia utente più umana è stato quello di levare i radio button e di mettere un paio di link che portano direttamente al “mese corrente” e al “mese corrente + ultimi tre mesi”. Dei radio button – ma qui forse era il caso di mettere delle checkbox – servono per selezionare la tipologia di causale, in modo da avere direttamente un filtro. Buona anche la scelta delle tipologia, non troppo granulare come succede su altri siti.

Ora rimane solo da mettere un bel pulsante movimenti nella home page e il gioco è fatto. O meglio ancora, come dovrebbe avvenire nei siti che offrono servizi complessi,
in home page dovrebbe esserci una lista delle operazioni effettuate più spesso.

santander consumer: infantile

santander conto deposito

(clicca sull’immagine per ingrandirla)

La user interface del “conto deposito” santander è stata fatta da una persona in gamba, ma che fa altro di mestiere. Mi immagino la scena:

CAPO: Gabriele, tu che di Internet te ne intendi, fai il sito
GABRIELE: (gulp!) Ma capo non ho mai fatto un sito prima d’ora, io gioco solo a World Craft
CAPO: Gabriele sento che mi posso fidare di te, questa è la lista di cose che il sito deve fare. Buon lavoro.
GABRIELE: (osservando la lista) Ma non manca qualcosa? Un tasto per uscire per esempio…
CAPO: Bravo, sì, senti aggiungi pure tu le cose che mancano. Deve essere tutto pronto per lunedì mattina. Buon weekend.

C’è da dire che l’interfaccia grafica aiuta molto. A non crearsi aspettative. Infatti la home page si presenta come una bella lista (che Gabriele abbia fatto copia e incolla dalla lista del capo?) di cose da poter fare. Tutto quello che si può fare sul sito è scritto qui. E un bel bottone “OK” mi porta alla pagina desiderata. Solo il bottone, perche fare un link anche sulla “voce di menu” era un po’ troppo impegnativo.

Detesto quei layout che prevedono un piccolo pixel su cui cliccare. Bisogna sempre cliccare in grande. Se più elementi suggeriscono un’azione devono essere tutti cliccabili!

Ogni volta che ho compiuto un’operazione tramite un comodo bottone “menu precedente” torno a questa schermata. Ma mi chedo, non si poteva fare un bel menu che se ne stava nella parte sinistra della schermata? sempre accessibile! A che cosa serve tutto quel bianco, ve lo siete chiesti? E non rispondete per dare un po’ d’aria al layout… 😛

Per fortuna che seguendo il cartello “uscita area banca” mi riporto a navigare in acque sicure…

colpisci la mosca

mosca.jpg

Vidi questo espediente a Stoccolma una decina di anni fa e pensai “questi svedesi sono proprio avanti”.

L’uomo, mentre orina, tende naturalmente a colpire la mosca e facendolo evita di pisciare fuori dalla tazza, come si suol dire. Dati alla mano dimostrano che fuoriesce il 40% di pipì in meno.
Mi viene in mente Fabio Volo in “esco a fare due passi”. Per la prima volta – e questo è uun po’ il pregio di quel libro – condividevo un tratto comune a tutti gli uomini: cercare di abbattere col proprio getto qualsiasi forma di residuo organico presente nella tazza. Non so perchè, ma deve trattarsi di un istinto innato.