App Esselunga: schermata d’accesso e cambio password – non ci siamo

Ho scaricato la nuova App Esselunga. Dopo innumerevoli accessi da guest, basta, non si può più, occorre essere registrati.
Provo con la solita combinazione e osservo con piacere che nell’app compare un bottone “mostra” proprio nel campo Password.

Penso: che cosa simpatica, dopotutto non sono circondato da spioni, e vedere la password mentre la digito è sicuramente di aiuto; specialmente quando non ho la sicurezza che sia giusta e mi preparo a fare diversi tentativi.
Faccio tap su “mostra” e vedo quanto digitato fino a quel momento, ma va via subito. Ho capito, occorre tener premuto per vedere, no problem. Proseguo a digitare la rimanente parte della password e con mia meraviglia si cancella quanto prima inserito. Mmm… perché mi fate questo? Dopo un paio di tentativi non andati a buon fine arriva il momento di prendere la strada del “Password smarrita?”.




Il link è ben visibile e in posizione corretta. Cosa mi aspetto che succeda ora? Mi aspetto di trovare una schermata in cui eventualmente modificare l’email già inserita nel campo e-mail di accesso. E invece trovo da compilare non uno, ben due campi; è risaputo, da mobile agli utenti piace tantissimo compilare campi delle form. Vorrai mai che mandiamo un link per recuperare la password alla persona sbagliata… che smacco…

Ricevo la mail tempestivamente, clicco sul visibile link e procedo al cambio della password da desktop. Questa parte è fatta particolarmente bene e rispecchia tutti i requisiti di usabilità. Viene segnalato anche il livello di sicurezza della password, cosa importante visto che Esselunga gestisce pagamenti online e carte di credito.
Provo ora ad accedere all’app sul telefono. Credenziali errate. Riprovo, non si sa mai, magari ho digitato male. Clicco circospetto sul bottone “mostra” e in effetti la password è proprio quella che avevo inserito da desktop pochi minuti prima. Vengo preso da un dubbio: che desktop e mobile siano siti differenti? Che abbia inserito una password sbagliata (e confermata)? Possibile. Ripeto la procedura e questa volta cambio la password da iphone direttamente.
E’ un successo… solo che quando poi mi loggo utilizzando le stesse credenziali che chrome si è diligentemente salvato…

Non ci siamo. Ora, io ho fatto tutto questo per potermi liberare del pezzo di plastica che mi porto inutilmente dietro ogni giorno, la Fidaty Card. Lunga vita alla Fidaty Card, hai vinto ancora una volta tu!

Comments

  1. Un altro problema è la gestione dei prodotti che vengono aggiunti alla selezione “SCEGLI IL TUO SCONTO”. Una volta che sono stati aggiunti, non è più possibile quanti (in genere 1 o 2) di quegli oggetti sono acquistabili con lo sconto per ogni giornata. Il bello è che l’app scrausissima di Windows Phone permette abbastanza facilmente di avere quest’informazione fondamentale…

Speak Your Mind

*